Giornalino "Al Campo"

Giornalino "Al Campo"

Il giornalino "Al Campo" è il "periodico" pubblicato in occasione delle partite giocate in casa dell' U.S.D. S. Arcangelo.

MOMENTO-CLOU PER IL SANT'ARCANGELO

Ecco una di quelle partite che non potrà certamente mai essere decisiva, essendo appena all'inizio della stagione, ma che potrà senza dubbio far capire quanto potrà essere grande il sogno del Sant'Arcangelo in questo campionato di Prima categoria.

CHE BELLO VINCERE A MAGIONE, MA ORA SOTTO COL PIEGARO!

Si sa che vincere a Magione è sempre un lusso per la mente, per la squadra, per la classifica e per il morale.

E' GIA' IL MOMENTO DI DARE UN SEGNALE AL CAMPIONATO

Appena tre giornate di campionato alle spalle, ma è già il momento di far capire di poter essere protagonisti.

La Griglia di partenza, che campionato sarà?

Piegaro, Ellera, Magione, Martinea 2013, Moiano, Monte Tezio, Cast./Macchie, Passignano, Tuoro, Pietrafitta, Po Bandino, Real Virtus, S.Arcangelo, S.Sabina, Sporting Pila e Papiano, le 16 sorelle del Campionato di Prima Categoria 2015/2016 Girone “B”.

E’ IL TEMPO DEI SALUTI… E FESTA SIA!

L’ultima partita di campionato in casa dovrebbe essere sempre una festa per chiudere un’annata di calcio importante. Sia per congedarsi dopo mesi di fatiche e soddisfazioni ed anche per creare le premesse ad una nuova stagione che andrà ad iniziare di fatto tra qualche settimana.

 

E’ IL MOMENTO DI TORNARE ALLA VITTORIA!

Una partita che certamente qualche buon anno fa sembrava poter essere impensabile da disputarsi in un campionato così importante.

UNA VITTORIA PER LA SALVEZZA… E NON SOLO

Non sarà affatto una partita facile e questa è l’unica cosa che appare scontata contro un’avversaria che ha dimostrato di attraversare un momento di forma importante, come ha avuto modo di confernare in occasione dell’ultima partita vinta contro la Castiglionese Macchie per 2-0.

VOGLIA DI VITTORIA IN CASA DEL SANT’ARCANGELO

Diciamolo subito che contro il Papiano non sarà una gara facile. Tutt’altro! E non solo perché Mauro Antognelli dovrà rivedere la formazione a causa delle squalifiche, anche se il corso del campionato ha dimostrato che il Sant’Arcangelo vanta un organico tale da poter sopperire a qualche assenza.

CONTRO IL REAL DERUTA SOLO LA VITTORIA!

Nel calcio, guai a snobbare quelle squadre apparentemente più deboli perché gravate dal peso di una classifica deficitaria. La storia è piena di risultati clamorosi a tutti i livelli e questo solo per dire che il Sant’Arcangelo dovrà affrontare la cenerentola Real Deruta come se si giocasse contro la prima della classe. Solo giocando con il massimo impegno e con la giusta concentrazione si potrà ottenere quel risultato pieno che tutti si aspettano dalla squadra di Mauro Antognelli. Ovvio che il pronostico della vigilia non può che essere scontato, al cospetto di una squadra che ha ottenuto appena tre pareggi in 19 gare ed occupa quindi inevitabilmente l’ultimo posto della classifica. Sulla carta non c’è partita, visto il divario tecnico tra le due formazioni e quindi ci si può aspettare solo un successo da parte del Sant’Arcangelo. Però ogni partita va giocata ed anche quella contro il Real Deruta andrà disputata come se si dovesse giocare la partita della vita, considerando tra l’altro che per la squadra rosanero i tre punti saranno importanti per migliorare la propria classifica e salire verso la zona-tranquillità.

REAL DERUTA: ORMAI SI PROGRAMMA LA PROSSIMA STAGIONE

Solo tre punti conquistati in 19 gare, con 48 gol subiti ed appena 14 realizzati. Un solo punto conquistato fuori casa. È reduce dal 3-0 interno contro la Castiglionese Macchie. Il Real Deruta sta vivendo una stagione da incubo sul piano dei risultati, ma sul piano del rispetto e della sportività alla squadra niente si può rimproverare. Anche perchè con un tecnico come Cenci in panchina è normale che i giocatori affrontino le gare con impegno e determinazione. Poi ci sta che magari negli allenamenti ci sia stato qualche rallentamento. Nella formazione derutese non mancano tuttavia giocatori che in tempi passati hanno calcato campi ben più importanti della Prima categoria e vestito maglie di lusso, come ad esempio è il caso del centrocampista Manuel Covarelli, che in età giovanile arrivò anche a vestire la maglia della Juventus, seppur quella degli Allievi. Oggi, non ancora ventinovenne si diverte ancora. Ma ci sono altri giocatori visti altrove, come ad esempio Veschini, Sambuco, Ceceroni, Filoia, Ciambottini e tanti altri. E’ una squadra che manca in continuità, ma non da sottovalutare.

BATTERE IL PIEGARO PER RIPARTIRE ALLA GRANDE

Non inganni la classifica. E’ vero che il Piegaro occupa la quinta posizione, mentre il Sant’Arcangelo si trova al dodicesimo posto, ma tra le due squadre ci sono appena cinque punti di divario, ovvero pochissimo in considerazione delle diciassette gare sin qui disputate.

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>
Pagina 5 di 12